English version


PRESENTAZIONE

 

Con fervore, entusiasmo ed umiltà, mi dedico  all’attività artistica per  esprimere tutte le mie emozioni e per conquistare gioia, serenità, libertà, poesia, crescita interiore.

Mi rifugio  nell’arte  per  avvicinarmi al culto del “Bello” e  realizzare la “BELLEZZA ETERNA”  ma  anche  per  riprodurre  quei fiori che  riescono a schiudersi  nel “deserto umano”, conservare  l’immagine  di paesaggi non ancora contaminati, mantenere intatto tutto ciò che il tempo  inesorabilmente logora e distrugge, dare  sfogo alla mia rabbia interiore di fronte  alla  precarietà  dell’esistenza, alle  ingiustizie, alle  assurdità e  alle contraddizioni umane.

Sono  fermamente  convinta  che l'arte sia uno  dei pochi veri ideali che diano significato al vivere,  uno spiraglio di  luce capace di  smorzare le tenebre delle numerose problematiche esistenziali e sociali.

Sostengo soprattutto un’arte che aiuti a leggere dentro di noi per arricchirci spiritualmente e culturalmente, siccome  siamo oppressi da ritmi incalzanti che ci portano ad essere stressati superficiali, l'arte dovrebbe assumere innanzitutto il compito di spingerci alla riflessione per aiutarci a vincere il vuoto di ideali e ritrovare il giusto equilibro con la natura, con gli altri, con noi stessi.

La tematica della mia produzione  è varia, comprende:  composizioni surreali,  nudi,  nature morte,  paesaggi  marini,   oppure  i  luoghi   caratteristici   della  nostra  terra   con  tutte le testimonianze storiche e artistiche.

Prediligo  la tecnica ad olio  perché  preferisco una tavolozza  vibrante, morbida ed intensa per infondere vita ai   soggetti trattati e, senza essere vittima della velocità esecuzione,  avere tutto il tempo  necessario di  gustare  le varie  fasi  della creazione  per osservare, meditare, accarezzare a lungo la tela.  

Amo anche la tecnica materia e polimaterica  in quanto  ritengo che l’artista abbia bisogno di esprimersi con qualsiasi materiale: spesso mi esprimo con un impasto che credo non sia mai opprimente ma, attraverso un gioco di luci ed ombre, plasmo i miei soggetti affinché escano dalla tela e inducano a farsi toccare.  

 

                                                                Maria Rosaria Verrone

 

 

ALCUNI GIUDIZI CRITICI


"Maria  Rosaria  Verrone è, tra le pittrici della panoramica nazionale contemporanea, l’artista  più rappresentativa della pittura del racconto meridionale,narrato con grande forza interpretativa e caratterizzato  da  una  particolare   timbrica  personale,  dall’incisiva   robustezza  dell’impianto compositivo   con  pennellate  sicure  e modellanti  evidenziate  da  un  bel  contrastato  effetto chiaroscurale".
(Nicola Campanella)

Nei  dipinti della  “ pittrice della luce”   il senso di un animo profondamente  assorto alle fonti del sublime.    Ogni tema si ispira al trionfo della vita sulla morte in un simbolismo che  si incrocia e si armonizza con l’essenza dell’ “IO” dell’autrice e con la dolcezza delle “voci di dentro”.

(Giuseppe Ripa)   

 

"Quando si  è in possesso  degli  strumenti  tecnici di esecuzione si rischia di cadere  in preziosismi e compiacimenti edonistici. Però quando alla tecnica si aggiunge l’intensità del sentimento che va al di là del fatto  puramente formale,  allora  tutto il clima  delle  opere  acquista una particolare “generosità” espressiva che si distacca nettamente da schemi consueti per elevarsi in un contesto evidente di maturità emotiva!   E questa sei tu Maria Rosaria, artista!   Abile e sicura  nel fondere in una   suggestiva   sintesi   l’asprezza  di  una  natura  selvaggia e  suggestiva  ed  una  esuberante espressione  figurativa!   Il tutto  immerso in un  complesso  riquadro di enigmi e prospettive ove il colore a volte linguaggio pittorico.   Noi spettatori  d’istinto ne  cogliamo il fascino e avvertiamo quel “quid” di eterno e   universale che ogni opera d’arte  possiede!   Continua così,    cara  Maria Rosaria,  a “disegnare la poesia”! E’ nel  tuo diritto  credere alle nobili  risorse dell’arte, sempre e ovunque!".

(Salvatore Cantalupo in arte Salcan)

"L'universo  femminile è il fulcro dell'opera di  Maria  Rosaria  Verrone, artista che, oltre a mostrarsi tecnicamente  dotata,  si  rileva  anche  fine  iterprete delle problematiche psicologiche e sociali della donna moderna."
(Emma Rita Strengacci)

"Mano  esperta  e  perfetta  prospettiva,  miracolosamente  in  assonanza con i colori portati e di riecheggiamento impressionista - espressionista; sono qualità emergenti che l'attento osservatore apprezza maggiormente nei dipinti di Maria Rosaria Verrone, artista nel senso più completo della parola,  sia  nel  ritrarre  la figura femminile che nelle romantiche proiezioni del paesaggio e degli interni cittadini."
(Giorgio Tuti)

"Una  misteriosa  trascendenza  lirica  delle  forme  che  si fanno portatrici di valori etici ed estetici sembrano essere le linee-forza della poetica e del linguaggio figurativo di Maria  Rosaria  Verrone che,   pur   amando  la  ricerca  di  nuove  tecniche  e  nuovi  materiali,  sa  ricondurre   ogni  sua composizione sempre nei solchi dell'armonia."
(Anna Iozzino)

"La pittura di  Maria Rosaria Verrone  si muove tra le realtà e il colore e su questi due poli incontra a  bellezza  nell'interpretazione  sia  disegnativa sia spirituale. Il suo discorso plastico e pittorico si mantiene  sempre,  sì  che  si  sente  il  legame di questa pittura tanto come sensibilità che come
gestualità."
(Giorgio Falossi)


 


V
ERRONE MARIA ROSARIA:

Via Madonna del Carmine - 84043 Agropoli (SA)   oppure Via Mainolfo, 75     84040 Case del conte  (SA)

e-mail: mverrone@tiscali.it